NON RINUNCIATE ALLA SALUTE: IL PROBLEMA NON SONO LE PALESTRE.

NON RINUNCIATE ALLA SALUTE: IL PROBLEMA NON SONO LE PALESTRE.

Le palestre e le piscine rimangono tra i posti più sicuri in assoluto. Controllo della temperatura all’ingresso, controllo della quantità di accessi giornalieri, continua sanificazione di ambienti e attrezzi, obbligo di certificato medico.

 

Viviamo contesti e situazioni contraddittorie. Estreme restrizioni per alcune attività da un lato, e impossibilità di gestire il distanziamento sociale dall’altro. 

“Si fa quel che si può” direbbe qualcuno, ma bisogna rimanere quel che siamo: esseri pensanti, capaci di discernere, comprendere ed essere consapevoli.

 

Fare esercizio fisico aumenta le difese immunitarie, garantisce quel benessere psico-fisico di cui tutti abbiamo bisogno.

Alcuni dopo aver visto la comparativa tra palestra e supermarket diranno “ma la spesa devo farla per forza, l’allenamento no.”; rispondiamo con la frase di ieri di una nostra utente, la signora Alessandra F. di 72 anni: “Toglietemi tutto ma la mia ginnastica in acqua no, vi prego!”. Da oltre 5 anni si allena costantemente e ha risolto molti problemi di salute. Andare in palestra non è un lusso: è nutrire il nostro corpo e la nostra mente, mantenersi in forma, prevenire malattie cardiovascolari e del metabolismo e non solo. Fare attività fisica sviluppa gli ormoni della felicità, oltre a darci le energie per affrontare la vita di ogni giorno e avere la forza fisica e piscologica per superare i momenti più difficili, proprio come quello che stiamo attraversando. Negli ultimi anni, sempre più medici prescrivono “attività fisica costante” ai propri pazienti, reputandola la miglior medicina preventiva.

 

Palestre VS shopping

Prenotazione necessaria prima di entrare

Controllo della temperatura all’ingresso

Controllo accessi, ingresso riservato solo ai tesserati, con tutte le informazioni anagrafiche

Compilazione obbligatoria dichiarazione Covid

Sanificazione degli ambienti

Sanificazione degli attrezzi

Indicazioni sulla distanza minima di sicurezza sul pavimento e negli spogliatoi

Obbligo di 7 mq a persona in piscina e distanziamento di 2 metri in palestra

Controllo del personale sull’applicazione delle procedure di sicurezza

Comunicazione diretta con i tesserati sulle procedure e protocolli da adottare

Linee guida fornite da associazioni nazionali quali CONI e FIN

Personale formato e istruito sulle procedure per garantire la salute degli utenti

Non considerato un servizio essenziale

Nessuna prenotazione necessaria prima di entrare

Non sempre viene controllata la temperatura all’ingresso

Ingresso aperto a tutti, nessuna informazione sugli utenti.

Nessuna dichiarazione Covid da compilare

Sanificazione degli ambienti

Impossibile sanificare tutti i prodotti esposti,che vengono maneggiati tutti i giorni da tutti i clienti e riposti sugli scaffali.

Indicazioni sui percorsi, impossibilità di indicare un “posto” dove stare per mantenere la distanza con gli altri

Impossibile riservare uno spazio per ciascun utente.

Controllo del personale sull’applicazione delle procedure di sicurezza

Clienti occasionali, quindi nessuna comunicazione diretta.

Linee guida generali dal governo e autonomia di applicazione per ciascun negozio.

Personale formato sul lavoro con responsabilità di gestire il negozio e la merce più che i clienti.

Servizio essenziale

Il nostro paragone non vuole assolutamente mettere in cattiva luce negozi e supermercati, dove proprio per i motivi indicati gli operatori affrontano ogni giorno le oggettive difficoltà del momento e fanno grande fatica a vigilare su procedure e distanziamento. Basti pensare al semplice passeggiare per le vie del centro, salire sui mezzi pubblici, toccando maniglie e superfici o prendere il resto dopo aver pagato il caffè al bar e poi toccarsi il viso per togliere e mettere la mascherina più volte. E’ solo un esempio per riflettere e mettere in evidenza tutte le misure di prevenzione che ogni palestra sta adottando già da Maggio, quando abbiamo riaperto nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza anti-Covid 19.

Non rinunciamo alla salute, rispettiamo le procedure ma continuiamo. Con l’abbonamento #iocontinuo, Poseidon Piscine e Palestre viene incontro ai propri utenti, mostrando la flessibilità e la comprensione reciproca di cui tutti abbiamo bisogno in questo momento.